In vista delle prossime festività natalizie, abbiamo incontrato Benedetta Bassanelli, food blogger e fotografa. Cominciamo!

D: Innanzitutto grazie per l’intervista. Quando hai aperto il tuo blog? E perché hai deciso di rendere pubbliche le tue ricette e condividerle?

R: La passione per la cucina e per la tavola è sempre stata “viva” in me sin da quando ero bambina. Il mio primo ricordo in cucina, era in piedi a una sedia con il mio grembiule e occhi attenti verso mia mamma che dosava gli ingredienti per preparare la crostata. Il secondo è legato ai profumi. Ricordo i meravigliosi centrotavola fatti con fiori, rami e ortaggi del nostro orto e del grande giardino che circondava casa. Ho sempre ammirato la passione di mia madre nel rendere il momento a tavola accogliente e piacevole. Oggi che sono mamma, di due meravigliosi bambini, conservo la stessa passione nella cura dei dettagli, mi piace invitare amici ma anche dedicarmi a sorprendere la mia famiglia. Decorare la tavola, cucinare e la fotografia sono le mie grandi passioni, così un giorno ho deciso di aprire una mia pagina facebook e condividerle con tutti. Non conoscevo le potenzialità della “macchina social” e non mi sarei mai immaginata di crescere (in termini di visibilità) in modo così immediato. Ho inaugurato il mio blog www.ciaodolce.com a Maggio del 2014 e l’ho fatto per dare maggiore spazio alla mia creatività e poter accogliere chiunque avesse avuto il piacere di condividere insieme queste passioni. Ricette e qualche consiglio si sono trasformati in un’idea vincente. Pignola e precisa, ho voluto perfezionarmi nella fotografia. Ho frequentato corsi professionali di “FoodPhotography”, perché come si sa l’occhio vuole la sua parte, l’immagine è fondamentale, arriva immediata. Le mie fotografie sono state condivise e ri-condivise sui canali social e alcune aziende legate al mondo food e della mise en place mi hanno contattato per inserire i loro prodotti nei miei scatti. Oggi ho complessivamente 60.000 followers, collaboro con le maggiori aziende di design per la tavola, ho ricevuto un importante riconoscimento come migliore “Food Photographer” -premiata da FOOD AWARD 2016 concorso di Malvarosa-, una partecipazione alla prossima edizione di Masterchef 2016 superando le selezioni e arrivando tra i primi 50 concorrenti e infine la conduzione di un format ” Aggiungi un POST a tavola” in diretta streaming sul canale http://www.socialkitchen.it

IMG_9691

D: Nei tuoi piatti c’è sempre molta cura nella scelta delle materie prime, oltre che nella presentazione. Il buono dev’essere anche bello da vedere? Un piatto gustoso quanto può perdere da una cattiva mise en place? E quanto può guadagnarne?

R: Il mio è sicuramente un attaccamento viscerale alle materie prime, amo fotografarle nella loro naturalezza e bellezza. Mi sono documentata, ho letto tutto quello che c’è da sapere su come si conservano e si cucinano. Ogni mio piatto nasce dall’ispirazione che il prodotto di stagione mi può dare, poi sviluppo la ricetta abbinando e giocando con le affinità in totale armonia, rispettando sempre la materia prima. Ultimo passo è l’impiattamento e infine la fotografia, sicuramente la parte più importante ma anche la sfida che mi dà più adrenalina, perché in quel click devo riuscire a trasmette profumi, gusto e renderlo accattivante agli occhi di chi lo osserva. Questo è l’aspetto più importante del mio lavoro come food photographer. La scelta del piatto e dei complementi della tavola sono la cornice che completa e aggiunge valore alla ricetta. Il cibo è bellezza, per questo me ne prendo cura partendo dalla scelta dei prodotti, al modo in cui si cucinano e infine a come si apparecchia.

IMG_9695

D: Si dice che cucinare per qualcuno sia un modo per esprimere il nostro amore per quella persona: sei d’accordo?

R: Io lo dico sempre, la cucina è un gesto d’amore e di generosità verso i nostri ospiti: richiede tempo e pazienza esattamente come avviene nei rapporti personali. Un piatto deve far sorridere e poi prendere la strada dritta al cuore.

D: Ci stiamo avvicinando al Natale: puoi consigliarci un menù per stupire i nostri ospiti (e adatto anche a chi magari non è proprio un cuoco esperto)?

R: Il Natale è sicuramente un’occasione importante per ritrovarsi, per festeggiare e per stringersi intorno alla nostra tavola. Non esistono regole precise per una mise en place natalizia perfetta. Io credo che la nostra tavola per questa occasione deve raccontare di noi, deve essere semplice e accogliente, deve avere il calore delle candele e profumare di pino. Ogni singola cosa deve essere fatta da noi, pensata da noi e non è necessario fare tutto basta anche poco, ma fatto con amore. Purtroppo oggi non si ha molto tempo e spesso si arriva alla vigilia senza idee, per questo nel mio blog mi piace dare qualche suggerimento semplice, economico e veloce per realizzare decorazioni con oggetti che si trovano comunemente in casa tipo: nastrini, barattoli in vetro, stuzzicadenti etc…IMG_9688

Per il menù delle feste riscopriamo e valorizziamo le nostre tradizioni, portiamo in tavola alcune eccellenze prodotte da piccoli artigiani e agricoltori locali. Acquistiamo frutta e verdura di stagione per decorare e colorare tutte le nostre portate, prepariamo in casa il dolce e mettiamo frutta secca al centro della tavola. Non affanniamoci a sorprendere i nostri invitati, cerchiamo di essere sempre sorridenti e gentili, di regalare semplici gesti di cura in ogni cosa che facciamo, perché il 25 dicembre è un giorno importante da condividere, questo è il vero spirito del Santo Natale.